• Mer. Apr 24th, 2024

Ilgiallorosso. eu

ilgiallorosso, News in tempo reale sull'AS Roma

Mourinho aspetta il piano dei Friedkin

La priorità va alla Roma, meglio chiarirlo subito. Mourinho partirà nel 2023, il 4 a gennaio all’Olimpico nella sfida contro il Bologna, con la voglia di rispettare il contratto che lo lega al club giallorosso fino al 30 giugno del 2024. Questo, però, non sta a significare che José resterà di sicuro a Trigoria anche nella prossima stagione.

A condizionare la sua scelta finale non saranno le tentazioni che gli recapitano dall’esterno quanto i dubbi che germogliano all’interno. La sua permanenza nella Capitale è legata al piano che gli sarà presentato dai Friedkin per il miglioramento della rosa attuale che Mou non considera competitiva. In sintesi, e a prescindere dalla voglia del suo Portogallo di averlo come ct dopo il flop mondiale, Mourinho prende tempo. Non fino a giugno. Entro marzo, e senza essere influenzato dal mercato di gennaio, vorrà capire dalla proprietà texana quali saranno i possibili investimenti per rinforzare la Roma.

José sarà coerente al momento di sedersi davanti a Dan e Ryan. E sarà dunque lo stesso di quando accettò la loro proposta nella primavera del 2021. Lui firmò il triennale convinto dai suoi interlocutori. Li reputò in grado di poterlo seguire nel percorso. Mou è arrivato con la certezza di poter far recitare da grande la Roma in tre anni. Adesso, invece, non è più convinto che sarà possibile. Così diventerebbe l’allenatore in fuga per la vittoria. Perché non intende fare promesse a vuoto alla piazza. Non vuole dare garanzie se non le ha.

Se la proprietà texana deciderà di accontentarlo, resterà in giallorosso per il terzo anno di fila (di qui la priorità al club giallorosso) e magari anche per qualche stagione in più. In caso contrario, addio. Senza rancore. Magari la famiglia Friedkin chiederà un indennizzo. Senza concedere la rescissione consensuale del contratto. Ma questo lo sapremo solo nel caso di un’eventuale separazione. Mourinho, intanto, ha comunicato ai Friedkin di non aver mai preso in considerazione il doppio incarico (ct del Portogallo e allenatore della Roma). Una questione di rispetto verso i tifosi lusitani e giallorossi. Anche i Friedkin, del resto, la pensano alla stessa maniera. Lo vogliono solo per loro.

ilgiallorosso.eu