• Sab. Giu 22nd, 2024

Ilgiallorosso. eu

ilgiallorosso, News in tempo reale sull'AS Roma

Le parole del tecnico giallorosso dopo la sconfitta contro l’Inter all’Olimpico

Ecco che cosa ha detto:

“Amo l’italia, amo lavorare qui, ho avuto tante ricchezza come epserienza. Ho fatto la storia e la gioia con l’Inter, qui meno storia e gioia, ma esperienza straordinaria, qui sono felice e non ho problemi con questo Paese”.

Mourinho ha parlato anche del pubblico dell’Olimpico“Siamo noi a ringraziare loro e loro noi, è tutto strano, ho avuto empatia nei momenti belli in carriera, la gente ha capito tutto qui”.

Mourinho e il quarto uomo di Roma-Inter

“Non ho messo mai in dubbio la qualità umana nel senso della sua onestà, per me non è empatico e non ha qualità. Oggi il quarto uomo mi piaceva molto, è un grande arbitro ed è empatico, Colombo per me può arrivare altissimo”.

“Errori individuali?

Hanno relazione diretta con la qualità dei giocatori. Adesso va di moda il mental coach, io posso portare i giocatore al limite, tutto qua. Quando sono arrivato Bove poteva andare alla Triestina e quando vedo l’evoluzione del bambino per me è straordinaria. Io posso parlare bene dei miei giocatori, sono stanchi morti, giocano sempre, non riposano, non stanno bene, mi guardano e io capisco perché lo fanno e allora dico: o gioco io o giochi tu. Belotti è un eroe, non tutti fanno una partita così, Paulo ha solo una gamba, Spinazzola fatica a giocare tante partite di fila, io posso parlare solo bene di loro. E’ un momento nuovo nella mia carriera, quando perdevo era difficile per me prima, adesso sto in un momento e guardo i ragazzi con tenerezza e rispetto. Ho la certezza che i tifosi li guardano nello stesso modo come me, questo mi dà grande gioia e forza”.

E il futuro? 

“C’è partita giovedì, domani i giocatori si riposano, se mi danno un biglietto vado a vedere il tennis e poi vado a vedere la Primavera”.

“Io lavoro per la società e faccio il meglio che posso fare, se entro nella direzione che sono stanco di fare tanto, sono più di un allenatore e a volte mi stanco. Ma mi ricarico poi, domani vado a vedere la Primavera e lunedì sono lì a lavorare per giovedì. Quando sei un po’ deluso da qualcosa poi devi trovare la forza di riavere energie”. 

“Ci sono stati certi episodi durante la partita… Se la società vuole parlare lo faccia, non sarò io ad andare a parlare. Sono io che sono stato distrutto e attaccato a livello di etica. Mi fa ridere che è stata una persona che ha subito una squalifica di tre anni”.

Mourinho è ottimista di recuperare qualcuno in vista del doppio impegno in Europa League

“Non sono ottimista a recuperare nessuno – ha detto ai microfoni di Dazn – sono ottimista per i miei ragazzi. Oggi abbiamo giocato contro la squadra più forte d’Italia, che sta in semifinale di Champions e 4-5 erano stanchissimi… Mancini, Cristante, Pellegrini… Poi ho anche tanti infortunati come Dybala e Belotti. Poi ci sono i ragazzi: guardo Bove e penso che quando sono arrivato stava per andare alla Triestina mentre ora gioca così contro l’Inter: al di là del risultato sono felice”.

“Cosa ho detto ai miei ragazzi a fine partita?

Che provo grande orgoglio e li ringrazio per lo sforzo che hanno fatto, anche se stanchi o se giocavano solo con una gamba o con una frattura o un’infiltrazione. Ho ringraziato anche i ragazzi (della Primavera) che lavorano sempre con noi e poi anche lo stadio, è una cosa incredibile. È incredibile quello che questi ragazzi sono riusciti a creare con i tifosi. Se mi conosci sai che per me la sconfitta è sempre dura ma oggi vado a casa con un orgoglio incrediile per questi ragazzi, domani vado al Tre Fontane con la Primavera”. 

ilgiallorosso.eu