• Lun. Apr 22nd, 2024

Ilgiallorosso. eu

ilgiallorosso, News in tempo reale sull'AS Roma

Torino-Roma 1-1, Mourinho: “Partita di sacrificio, due punti persi. Non critico più il campo dell’Olimpico…”

Dopo l’impegno europeo in casa dello Sheriff Tiraspol, allo Stadio Olimpico Grande Torino la Roma pareggia col Torino: finisce 1-1, a segno Lukaku e Zapata. Dopo la partita, valida per la quinta giornata di campionato, il tecnico giallorosso José Mourinho ha parlato ai microfoni dei cronisti. Le sue dichiarazioni:

MOURINHO A DAZN

Nel primo tempo difficoltà ad innescare le punte,poi avete cercato Lukaku. Cosa è andato storto oggi?

“Abbiamo preso un gol da palla inattiva, difficile giocare contro il Torino e contro squadre che hanno questa proposta di gioco, con fisicità e intensità. Abbiamo fatto una buona partita, non era facile creare e giocare di prima con un campo che l’Olimpico sembra una passerella. Abbiamo fatto una partita di grande sforzo con gente tipo Paredes che una settimana fa non poteva giocare 15 minuti, con ragazzi tipo Kristensen e Ndicka arrivati da poco, hanno fatto una gara molto positiva. Mi è piaciuta la squadra, difficile fare meglio contro Toro. Noi possiamo fare meglio, ma partita difficile sia per noi che per loro. Ci sta, due punti persi. Quando prendi gol alla fine da palla inattiva è così, loro si preparano per questa partita da una settimana. Noi abbiamo avuto l’infrasettimanale. Triste per il risultato, non per i giocatori”

Con il pochissimo tempo a disposizione dopo Tiraspol, su cosa ha insistito?
“Hai ragione, abbiamo avuto pochissimo tempo. Viaggi, ma è così. Anche con queste difficoltà abbiamo avuto ieri l’opportunità di lavorare in campo. Conosciamo le difficoltà di questa partita, l’allenatore è bravo, i giocatori sono bravi così come il loro modo di pensare il gioco e creare difficoltà agli avversari. È dura”.

Con Cristante e Paredes in mezzo al campo e due giocatori sottopunta si torna alla Roma del passato.
“Magari, a quale passato ti riferisci?”.

Non è un 3-5-2, ma un 3-4-2-1.
“Oggi nel calcio è più complicato analizzare le cose in questo modo, ci sono dinamiche diverse durante la partita. Prima il calcio era più sistematico e meno dinamico, oggi tutte le squadre pensano in modo diverso. Lo puoi dire come struttura basica, ma durante la partita tutto cambia”.

Come gestirà Dybala?
“C’è una partita da vincere. Non voglio pensare al Genoa, che ha giocato venerdì, non voglio e non posso. Non voglio neanche che i giocatori ci sentano qui a parlarne. Dobbiamo pensare ad oggi. Paulo fa la sua gestione, conosce il suo corpo e le sue sensazioni. E di solito con questo tipo di giocatori il rapporto è aperto con me e il mio staff, di solito loro dicono le loro sensazioni. Mi piacerebbe che giocasse 90 minuti più recupero, ma sarà difficile”.

ilgiallorosso.eu